Wait a few seconds...

We're redirecting you to the next page.

Redazione del
Bilancio di Sostenibilità

Rendiamo la reputazione della tua azienda più solida, autorevole e credibile nel tempo

Di cosa si tratta?


Il Bilancio di Sostenibilità è uno strumento di rendicontazione che un’azienda predispone con cadenza annuale, mediante il quale è possibile comunicare a tutti gli stakeholder, in modo trasparente e obiettivo, gli impatti economici, sociali e ambientali dell’attività aziendale.

La redazione del Bilancio di Sostenibilità è anche un'occasione per l'azienda di disegnare o aggiornare la sua Strategia di sostenibilità.

Perché redigerlo?


Monitoraggio continuo: il Bilancio di Sostenibilità è uno strumento utile a monitorare in maniera costante la performance aziendale in termini di sostenibilità e permette di gestire in modo efficiente rischi ambientali, sociali e di governance.
Accesso agevolato ai finanziamenti: le iniziative volte a migliorare la percezione dell’azienda sono sempre più importanti per l’accesso a nuove forme di finanziamento.
Eliminazione dei costi operativi di inefficienza: il Bilancio di Sostenibilità permette alle aziende di mettere in pratica un monitoraggio e un perfezionamento continuo delle performance di sostenibilità.
Gestione efficiente dei rischi: la redazione del Bilancio è funzionale all'attività di risk management, nel corso della quale l’organizzazione prende in considerazione i rischi di tipo sociale, ambientale e di governance che hanno un impatto diretto sulle varie dimensioni dell’attività aziendale.
Conformità e proattività nei confronti delle normative europee: ad oggi i soggetti obbligati a fornire una rendicontazione sulla sostenibilità sono grandi società quotate; tuttavia, con la Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), gli obblighi di rendicontazione di sostenibilità saranno estesi a un numero più elevato di imprese.

Rendi più solida la reputazione della tua azienda

Contattaci

È obbligatorio redigere il Bilancio di Sostenibilità?


Ad oggi, ai sensi del D.Lgs 254/2016, sono obbligati a redigere il Bilancio gli enti di interesse pubblico (società italiane emittenti valori mobiliari ammessi alla negoziazione su mercati regolamentati italiani e dell’UE, banche, imprese di assicurazione e riassicurazione) che, nell’esercizio di riferimento, abbiano avuto in media più di 500 dipendenti ed inoltre abbiano superato almeno uno dei seguenti criteri:

  • € 40 milioni di attivo patrimoniale;
  • € 20 milioni di fatturato netto.

Il Bilancio di Sostenibilità è inoltre obbligatorio per gli Enti del Terzo Settore con ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate superiori ad 1 milione di euro; i Centri di Servizio per il Volontariato; le Imprese Sociali e i gruppi di Imprese Sociali.

Il 10 Novembre 2022, la Commissione Europea ha approvato l'adozione della c.d. Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD). Saranno obbligate le imprese che superano almeno due dei tre seguenti criteri:
  • € 40 milioni di attivo patrimoniale;
  • € 20 milioni di fatturato netto;
  • 250 dipendenti, in media nel corso dell’esercizio di riferimento.

Le aziende di moda che redigono il Bilancio di Sostenibilità sono in aumento e le normative europee sono sempre più stringenti. La tua azienda si è già attivata?

Ecco come supportiamo la tua azienda:


Lo standard di rendicontazione più autorevole per la redazione del Bilancio di Sostenibilità è quello redatto dalla Global Reporting Initiative (GRI).

Gli standard GRI forniscono alle aziende un linguaggio comune, chiaro e trasparente agli occhi dei portatori d’interesse e sono stati sviluppati per aiutare un'organizzazione a redigere un report incentrato sui temi materiali.

Attraverso l’utilizzo degli standard GRI, strutturiamo il Bilancio di Sostenibilità della tua azienda in 6 step:

1.

Mappatura degli stakeholder: identifichiamo i portatori d’interesse più rilevanti per l’organizzazione, stabilendo quali coinvolgere nella valutazione degli aspetti di materialità da rendicontare

2.

Analisi di materialità interna ed esterna: individuiamo i temi di sostenibilità più rilevanti per l’azienda e per gli stakeholder. L’output dell’analisi corrisponde alla matrice di materialità, che consente di individuare gli aspetti di sostenibilità più significativi in ottica sia di rendicontazione che di orientamento strategico.

3.

Definizione di indicatori e KPI: sviluppiamo procedure per il calcolo di indicatori e KPI in modo tale da rendere la misurazione delle performance di sostenibilità quanto più oggettiva, comparabile, verificabile e scientifica possibile.

6.

Impostazione grafica: i dati elaborati vengono riportati nel documento finale attraverso l’utilizzo di una grafica coerente con la brand identity e il ToV dell’azienda.

5.

Elaborazione dei dati: analizziamo i dati raccolti per individuare le aree critiche di intervento e definire una strategia di miglioramento delle performance. Al termine dell’analisi procediamo con la redazione di un unico documento completo, chiaro e facilmente fruibile al pubblico.

4.

Raccolta dei dati interni all'azienda: raccogliamo i dati relativi alle performance economiche, ambientali e sociali; interessa tutte le funzioni e le aree aziendali.

Vuoi essere supportato nella redazione del Bilancio di Sostenibilità della tua azienda?